Autore : redazione - dom 22 marzo 2020 - Argomento : Cronaca
Le nuove nuove disposizioni contro il contagio
chiusura fabbriche
Nuove misure sono state adottate nelle ultime ore per arginare il contagio da Covid19, sia a livello centrale che regionale.

Le più importanti sono state comunicate dal Presidente del Consiglio poco prima della mezzanotte di sabato e prevedono la totale sospensione di tutte le attività non essenziali su tutto il territorio nazionale.

In pratica, rispetto a prima, il dato più significativo è la chiusura anche delle attività produttive che non siano "strettamente necessarie, cruciali, indispensabili".

Non c'è ancora un elenco dettagliato di queste attività. Prosegue la possibilità di lavorare in "smart working" ovvero da casa.

Rimangono aperti tutti i servizi essenziali come farmacie, trasporti e la filiera alimentare.

Rimangono attivi anche i servizi postali, bancari, le tabaccherie e le edicole.

Sui supermercati non c'è alcuna restrizione d'orario a livello nazionale, ma la Regione Emilia Romagna aveva già decretato la chiusura degli esercizi alimentari nelle giornate festive. Quindi oggi e la prossima domenica i supermercati rimarranno chiusi.

Sono chiusi, sempre per ordinanza regionale, anche tutti i cimiteri.

I provvedimenti saranno validi, al momento, fino al 3 aprile.