Vezzano.net: QUALCUNO ERA... GIORGIO GABER
mar 07 marzo 2006 - Autore : gamba
Tra i tanti artisti italiani che meritano un riconoscimento nella nostra storia non possiamo non citare Giorgio Gaber.
Artista su tutti i fronti, dalla musica al teatro al cinema, artista d?opinione con i suoi spettacoli dove il vivere quotidiano, la politica, i vizi, i pregi ed i difetti degli italiani svettavano e ci facevano ridere, sorridere e soprattutto pensare, soprattutto su come siamo.
Qualcuno l?ha etichettato come qualunquista, qualcuno come uomo di sinistra, qualcuno come como di destra, qualcun altro l?ha apostrofato per le scelte politiche della moglie, poi quando Ŕ morto? lasciamo perdere, un artista va apprezzato tanto in vita quanto in morte, ma pi¨ di tutto dobbiamo ricordarci che era? Giorgio Gaber.
Purtroppo non potremo vederlo pi¨ in persona, con quella scelta di spettacolo a contatto con il pubblico, con le sue canzoni, i monologhi, ma possiamo ricordarlo e noi del cinema Eden abbiamo pensato ad una mostra, ad un filmato e ad uno spettacolo.
La mostra e il filmato sono stati preparati dall?Associazione Culturale Giorgio Gaber in collaborazione con la Rai ed amici, collaboratori e parenti di Gaber; fotografie, interviste, recensioni, testi di canzoni e monologhi, copertine di dischi, locandine teatrali, ed un film che ripercorre la vita artistica di Gaber dal 1959 alle ultime riprese video.
Si parte giovedý 16 Marzo alle ore 20,30 con la mostra, poi alle 21,30 si continua con il filmato, e giovedý 23 Marzo si termina con lo spettacolo della compagnia TEATROMUSICA ?Passeggiando con il Signor G?.
Pu˛ essere un modo come un altro per vivere meglio questo Marzo preelettorale; non dimentichiamoci infatti che Gaber Ŕ una figura contesa e contestata da destra e sinistra, ma dobbiamo rispondere che, per fortuna, Ŕ sempre rimasto il signor G, libero da condizionamenti di qualsiasi sorta.
Vi aspetto, anzi vi dico che il 16 l?ingresso Ŕ gratuito, il 23 a pagamento (dobbiamo recuperare un po? di spese).
Un saluto a tutti quanti.

Commenti

A questo articolo non è possibile aggiungere commenti

Home | Archivio | Login | Vezzano.net