Vezzano.net : La libertà di Leonello
Il meteo locale. Che tempo farà?

icona email
Vuoi mandare una mail ?

icona articolo da pubblicare
Vuoi inviare un articolo ?

icona pubblica foto
Vuoi pubblicare una foto ?

icona aprire un blog
Vuoi aprire un blog tutto tuo ?

icona diventa collaboratore
Vuoi diventare un autore ?

icona entrata autori
Sei già un autore e vuoi entrare ?
La libertà di Leonello
Autore : redazione - mar 09 luglio 2019 - Cronaca
null
"In un prato, sdraiati al sole, a magner al gnocc frett".

La libertà descritta pari pari, semplice semplice. Vera.

La libertà è come l'aria, diceva Piero Calamandrei, ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare.

E tra l'aria e al gnocc frett un reggiano è sempre nel dubbio.

Però l'aria Lello l'aveva sentita mancare per davvero quell'aprile del '44 quando lo portarono insieme agli altri al Carcere dei Servi a Reggio.

Botte, interrogatori, frusta, bastoni.

Il repertorio completo della violenza fascista a cui furono sottoposti una ventina di giovani vezzanesi, colpevoli di aver in antipatia le camicie nere.

Li processarono e poi li trasferirono al carcere cittadino di San Tommaso dove c'erano anche i detenuti comuni.

E proprio dai detenuti comuni, durante un bombardamento alleato, venne il primo tentativo, fallito, di fuga.

La milizia fascista non attendeva altro per mettere al muro degli antifascisti. E così fece.

A 17 anni si trovarono di fronte due ragazzini di quindici pronti a falciarli con la mitraglia.

La scamparono per un soffio quella mitragliata, grazie all'intervento delle polizia carceraria.

L'aria e la libertà la ritrovarono qualche mese dopo, il 15 ottobre del 1944, quando riuscirono a scappare per davvero, in un fuga rocambolesca.

Arrivarono con il buio al Crostolo e risalirono la corrente come i salmoni.

Prima a Vezzano e poi su in montagna con la 26° Brigata Garibaldi.

Leonello Pisi è morto ieri all'età di 91 anni.

Del giorno della Liberazione si ricordava quel prato verde, il sole e al gnocc frett.

La libertà descritta pari pari, semplice semplice. Vera.

Non era il paradiso, ma un po' c'assomigliava.

------------

La storia di Leonello e degli altri è stata raccontata in un documentario a cura di Istoreco e della scuola media di Vezzano nel 2008.

Lo potete vedere qui.
stampa Stampa
Torna un passo Indietro
Commenti


:



:


:






Su questi argomenti puoi anche leggere:
DISALLOWED (Keywords)
Ultimi 7 articoli in Home Page
13.09.19 - Il memorial Don Gianni 2019 ... [0]
30.08.19 - Inizia il PreScuola 2019 ... [0]
31.07.19 - Tutto sulla sagra numero 46 ... [0]
30.07.19 - E il Mulino Boni ? ... [0]
12.07.19 - E' tempo di Corrida ... [0]
vezzano sul crostolo
Ultime foto
null
04.10.17 - Max
Alba a Vezzano
neve in vendina
14.02.15 - redazione
Verso il Monte del Gesso di S. Filiaggi
parcopineta
20.11.14 - redazione
Parco Pineta foto di Andrea G.
I Blog di Vezzano.net
I Blog ospitati su Vezzano.net

LorenzoC
di Lorenzo


Sala Macchine
di M.Gambarelli
Ultimo post : BLOG CEMETERY
Monteduro
di G.Lolli
The Shire
di Puma
Ultimo post : COMMENTI DALLA CLOACA
Alveare
di E.Amari
Ultimo post : POTENZE DEL PENSIERO
Acquista i gadget
Informazioni utili e avvertenze prima dell'acquisto

Visita il negozio

Guarda tutti i prodotti disponibili !

--------

Maglietta uomo Vezzano - paeis ed iesen blu
Vezzano - Paeis ed iesen uomo blu
15,90 euro

Maglietta donna Vezzano - Paeis ed iesen verde
Vezzano - Paeis ed iesen donna verde
17,90 euro

Maglietta Gi che Gni - Vezzano.net
Maglietta Corta
"Gi che Gni"
19,90 euro

Tazza Paeis ed Iesen - Vezzano.net
Tazza
"Paeis ed Iesen"
12,90 euro