Vezzano.net : ricerca
Il meteo locale. Che tempo farà?

icona email
Vuoi mandare una mail ?

icona articolo da pubblicare
Vuoi inviare un articolo ?

icona pubblica foto
Vuoi pubblicare una foto ?

icona aprire un blog
Vuoi aprire un blog tutto tuo ?

icona diventa collaboratore
Vuoi diventare un autore ?

icona entrata autori
Sei già un autore e vuoi entrare ?
Autore : redazione - gio 01 febbraio 2007 - Cronaca
Secondo la Gazzetta di Reggio sarebbe imminente l'inizio dei lavori di ristrutturazione dell'ex Mulino Boni che prevedono la realizzazione in una parte dell'edificio della nuova biblioteca comunale.

Il bando scaduto lo scorso 30 luglio prevede tra 1° e 2° stralcio una spesa pari a 390.000 euro e un termine dei lavori fissato in 390 giorni.

Per rivedersi un po' di storia della faccenda, dall'archivio più che quinquennale di Vezzano.net peschiamo :

2001 - Destino del vecchio mulino: che fine fa

2002 - Intervista a Pagnozzi

2004 - i boc per finanziare il Mulino

2006 - Mulino Boni passato e presente
Autore : redazione - lun 02 luglio 2007 - Cronaca
Mentre i lavori sono già avviati da qualche mese, mercoledì sera in Piazza della Vittoria verrà presentato il progetto di ristrutturazione dell'ex Mulino Boni che diverrà anche sede della nuova biblioteca.

La serata, con inizio alle 21.30, è organizzata dall'assessorato alla Cultura del Comune di Vezzano ed è intitolata: "Un grande Progetto".

Interverranno il sindaco, Paolo Pagnozzi, l'assessore alla Cultura Fabio Guidetti, la bibliotecaria Paola Incerti e l?architetto progettista Mauro Severi.
Autore : redazione - lun 07 aprile 2008 - Politica
La nuova biblioteca comunale che sorgerà nella zona del Mulino Boni sarà pronta nei primi mesi del 2009. Queste le previsioni della giunta di Vezzano.

La conclusione dei lavori, oggi in corso, non riguarderà l'edificio storico del mulino che invece verrà trattato in stralci successivi.
Autore : redazione - gio 31 marzo 2022 - Cronaca
mulino boni
Quasi duecento progetti in gara per il bando di "Rigenerazione Urbana" indetto dalla Regione per finanziare progetti di riqualificazione di aree ed immobili sul territorio dei comuni sotto i 60.000 abitanti.

Alla fine dopo circa quattro mesi l'esito: il Comune di Vezzano si piazza secondo ed ottiene 700.000 euro di finanziamento a cui aggiungeranno fondi propri per circa 200.000 euro.

L'area su cui si investirà è quella del Mulino Boni accanto alla biblioteca e alla zona sportiva.

Un intervento che oltre ad insistere sull'edificio del mulino vero e proprio e sulla "casa del mugnaio" interverrà su tutta la zona verde adiacente.

L'obbiettivo è quello di creare un punto di aggregazione sociale della comunità: uno spazio da riempire di progettualità civiche da qui ai prossimi venti anni.

I dettagli dell'intervento:

1) nell'edificio del Mulino vero e proprio, al piano terra, il restauro storico delle macine.
2) al piano superiore una sala civica polivalente
3) nella casa del mugnaio al piano terra una cucina e uno spazio conviviale
4) nella casa del mugnaio al primo e secondo piano 4 stanze a disposizione delle attività associative
5) area esterna ad anfiteatro per le attività all'aperto con aggiunta di "bolle acustiche" per attività più mirate.

Di pari passo con la progettazione definitiva proseguirà il percorso di costruzione della gestione condivisa con le realtà associative del territorio.

Con questo ultimo finanziamento dovrebbe completarsi il lungo percorso di recupero funzionale dell'area che ha impiegato più di vent'anni.

Tutte le notizie sul Mulino Boni degli ultimi venti anni sono nel nostro archivio.
Autore : redazione - mar 25 luglio 2006 - Politica
Sono in scadenza il 30 luglio due bandi del Comune di Vezzano per altrettante opere pubbliche.

Il primo riguarda la ristrutturazione del Mulino Boni che tra 1° e 2° stralcio stanzia 390.000 euro. Secondo il bando i lavori, una volta inziati, dovranno terminare in 390 giorni, poco più di un anno (e tanto per fare statistica virtuale, un cantiere da 1.000 euro al giorno).

L'altra opera che finirà in cantiere nei prossimi mesi è la ristrutturazione del ponte a Pecorile. Qui l'importo arriva a quota 112.723 euro.

Quest'opera che dovrà essere terminata entro 130 giorni dalla data di consegna dei lavori da parte del Comune, era nel programma dei lavori pubblici della 1° giunta Pagnozzi approvato dal consiglio comunale nel 2003.
Autore : redazione - mar 30 luglio 2019 - Politica
nulino boni
Ieri sera in consiglio comunale si è tornato a parlare di Mulino Boni e dei tempi e modi della conclusione di un'opera pubblica che investe energie e risorse dei bilanci vezzanesi da circa 25 anni (con un investimento complessivo di più di un milione e mezzo di euro).

A risposta di una interrogazione del gruppo di minoranza "Vezzano di Tutti", il vicesindaco Paolo Francia ha evidenziato che per il completamento dell'opera e la sua reale fruizione trascorreranno ancora almeno un paio di anni.

A breve partirà l'iter per i lavori del quarto stralcio dei cinque che l'opera prevede. Il quarto stralcio è già finanziato e dovrebbe essere completato entro il primo semestre del 2020.

Più incerti i tempi del quinto e ultimo stralcio, quello che renderebbe fruibile completamente la struttura. Sarà necessario prima di tutto reperire le risorse finanziarie stimabili in ulteriori 200.000 euro.

La giunta Vescovi probabilmente deciderà di finanziare inizialmente solo una parte dei 200.000 euro, quelli per rendere fruibile da subito la parte di edificio attigua al mulino, da adibire a sala di rappresentanza e per iniziative culturali.

Ancora incerta invece la destinazione della "casa del mugnaio". La giunta Bigi, a dicembre 2018, aveva deciso un utilizzo come ostello per pellegrini del progetto della Via Matildica del Volto Santo.

Con il cambio di amministrazione dovrebbe esserci anche un cambio della destinazione d'uso con un ritorno ad uso culturale-ricreativo degli spazi.

----

Un breve riassunto delle lunghe vicende dell'area del Mulino Boni è qui.
Autore : redazione - mar 21 ottobre 2014 - Cultura
Nelle scorse settimane è partito il cantiere per il rifacimento del Molino Boni, uno dei più antichi edifici del territorio vezzanese. Si tratta di 110.000 euro per un primo intervento sul tetto dell'edificio.

Il molino e la tintoria Boni hanno una centenaria storia alle spalle (almeno dal '500) ma si chiama così dalla seconda metà dell'ottocento quando fu acquistato dalla famiglia Boni. Per chi è interessato qualche anno fa pubblicammo la storia in dettaglio.

Le vicende più recenti del Molino Boni partono invece 20 anni fa, a metà degli anni novanta, quando parte dell'edificio venne acquistato (con circa 230.000 euro) dalla giunta del sindaco Zannoni, intenzionato a farne un polo culturale e ricreativo. Con il ribaltone nelle urne del 1999 e l'approdo in Comune dell'amministrazione Pagnozzi il progetto del Molino Boni finì in "stand by" per diversi anni perchè giudicato troppo oneroso e non prioritario. La svolta arrivò poi con il secondo mandato di Paolo Pagnozzi e con la costruzione della biblioteca comunale dove una volta si trovava "il serraglio" della proprietà (non il molino vero e proprio). Era il 2009.

Con l'elezione dell'attuale sindaco Mauro Bigi venne accantonato invece il secondo stralcio della biblioteca comunale che prevedeva tutto intorno all'attuale edificio (dove ora ci sono prato e panchine) ampie vetrate.

L'intenzione dell'attuale amministrazione, così come da programma elettorale, è di procedere ad una progressiva ristrutturazione per fare del Molino Boni un centro giovanile con sala prove e un ostello inserito nel più ampio progetto della ciclopedonale matildica.

molino boni vezzano
mulino e tintoria boni
Molino Tintoria Boni a Vezzano
vezzano sul crostolo mulino boni
Autore : redazione - sab 06 novembre 2021 - Cultura
mulino boni
Amministratori, tecnici e associazioni si sono ritrovati questo pomeriggio alla sala Puccini di Vezzano per discutere del completamento di un'opera pubblica che veleggia ormai verso il trentennale dalla sua ideazione: il recupero completo dell'area dell'ex Mulino Boni.

L'incontro è stato promosso dall'amministrazione comunale per creare un percorso condiviso con il territorio in vista della partecipazione ad un bando regionale per raccogliere finanziamenti e portare a termine quello che dovrebbe diventare il centro socio-culturale di Vezzano, con spazi polivalenti interni ed esterni, una cucina, aree verdi attrezzate.

Nel mulino vero e proprio, ovvero la parte più antica, si collocherà lo spazio più ampio e polivalente: una sala con soppalco a disposizione per diverse attività istituzionali o sociali.

La vecchia casa del mugnaio, l'edificio stretto e alto tre piani, sarà diviso in 6 locali (due per piani, divisi dalla scala). Al piano terra una cucina e una saletta. Ai piani superiori troverà spazio la scuola comunale di musica, mentre le altre stanze potranno restare a disposizione delle diverse associazioni per attività di aggregazione anche giovanile.

Una storia lunga e a tratti travagliata quella dell'are dell'ex Mulino Boni.

A metà degli anni novanta, quando parte dell'edificio venne acquistato (con circa 230.000 euro) dalla giunta del sindaco Zannoni, intenzionato a farne un polo culturale e ricreativo. Con il ribaltone nelle urne del 1999 e l'approdo in Comune dell'amministrazione Pagnozzi il progetto del Molino Boni finì in "stand by" per diversi anni perchè giudicato troppo oneroso e non prioritario.

La svolta arrivò poi con il secondo mandato di Paolo Pagnozzi e con la costruzione della biblioteca comunale dove una volta si trovava "il serraglio" della proprietà (non il molino vero e proprio). Era il 2009.

Con l'elezione del sindaco Mauro Bigi venne accantonato invece il secondo stralcio della biblioteca comunale che prevedeva tutto intorno all'attuale edificio (dove ora ci sono prato e panchine) ampie vetrate.

Nel 2014 c'è stato un primo intervento di consolidamento e ristrutturazione esterna per 110.000 euro e successivamente lo stanziamento di 200.000 euro per terminare l'opera.

Con l'insediamento della giunta Vescovi nel 2019 il progetto è stato rivisto ed ora arriverà la partecipazione ad un bando regionale.
Autore : redazione - mer 20 giugno 2007 - Politica
Sarà pavimentata via 4 novembre a La Vecchia. Il Comune ha previsto un progetto che in tutto costerà 200.000 euro. La metà verrà richiesta alla regione aderendo ad un bando ad hoc.

Anche per il terzo stralcio del Mulino Boni la giunta cercherà di reperire i fondi a livello regionale, sempre per 100.000 euro.

Autore : redazione - mer 17 gennaio 2018 - Cultura
molino boni vezzano
Il Comune di Vezzano venderà nelle prossime settimane una parte delle azioni Iren che detiene per finanziare la conclusione delle opere presso l'area del Mulino Boni.

Il Comune di Vezzano al momento possiede circa 1,2 milioni di azioni della multiutility di cui 800.000 vincolate e non cedibili. Delle rimanenti l'intenzione è di cederne per un valore pari a 225.000 euro.

Al momento le azioni Iren sono in crescita ed hanno toccato un massimo storico. Oggi per raggiungere la cifra di 225.000 euro basterà alienare 85.000 azioni, circa il 7% di quelle possedute dal nostro Comune.

Il lato con il segno meno dell'operazione saranno le minori entrate annuali garantite dal dividendo di Iren che comunque è previsto in crescita percentuale di circa il 10% nei prossimi anni. Una operazione che quindi dovrebbe comunque mantenere invariate le entrate correnti.

Le vicende più recenti del Molino Boni partono più di 20 anni fa, a metà degli anni novanta, quando parte dell'edificio venne acquistato (con circa 230.000 euro) dalla giunta del sindaco Zannoni, intenzionato a farne un polo culturale e ricreativo. Con il ribaltone nelle urne del 1999 e l'approdo in Comune dell'amministrazione Pagnozzi il progetto del Molino Boni finì in "stand by" per diversi anni perchè giudicato troppo oneroso e non prioritario. La svolta arrivò poi con il secondo mandato di Paolo Pagnozzi e con la costruzione della biblioteca comunale dove una volta si trovava "il serraglio" della proprietà (non il molino vero e proprio). Era il 2009.

Con l'elezione dell'attuale sindaco Mauro Bigi venne accantonato invece il secondo stralcio della biblioteca comunale che prevedeva tutto intorno all'attuale edificio (dove ora ci sono prato e panchine) ampie vetrate.

Nel 2014 c'è stato un primo intervento di consolidamento e ristrutturazione esterna per 110.000 euro.

Ora altri 200.000 serviranno per terminare l'opera che vedrà contenere l'ampliamento della biblioteca comunale, la sede della scuola di musica e altri spazi dedicati all'associazionismo.

Qui, per chi è interessato, la storia più lunga del Molino Boni.
Autore : redazione - mar 21 maggio 2002 - Cronaca
Dovrebbe aprire i cantieri molto presto la nuova strada che collegherà la zona della Palestra comunale con via Tintoria che porta al Campo sportivo e i campi da Tennis. Secondo il Sindaco e l'assessore Fontanili l'avvio dell'opera sarebbe imminente, si parla se non di giorni, di settimane. Il ritardo dell'opera secondo gli amministratori...
Autore : redazione - mer 04 dicembre 2002 - Cronaca
Nelle intenzioni e nei progetti doveva essere ultimata nell'estate ma problemi tecnici hanno impedito la conclusione. Stiamo parlando della strada che dovrebbe collegare la zona sportiva (camp tennis, campo calcio) con piazza della libertà. Ora la previsione è che l'asfaltatura arrivi nel 2003.
Autore : redazione - ven 08 maggio 2009 - Tempo Libero
Si inaugura domenica 10 maggio il primo stralcio della nuova biblioteca di Vezzano nell'area dell'ex Mulino Boni.

Il programma della giornata prevede:

- ore 10.00: caccia al tesoro (per bambini dai 6 ai 10 anni)
- ore 16.00: inaugurazione e benedizione dei locali.

Interverranno : Luigi Grasselli, Pro Rettore dell'Università di Modena e Reggio Emilia, il Sindaco Paolo Pagnozzi, l'Assessore alla cultura Fabio Guidetti, Mons. Tiziano Ghirelli dell'ufficio diocesano Beni Culturali Ecclisiastici e l'Architetto Mauro Severi.

Visita alle strutture e aperitivo musicale con "La Piccola Orchestra di Santa Vittoria".

Al termine i nati nell'anno 2008 riceveranno in omaggio una pianta da frutto.
Autore : redazione - gio 08 novembre 2001 - Cronaca
E' ormai assalito dalla vegetazione, per arrivarci quasi quasi bisogna munirsi di macete, ma è lì a due passi dal centro di Vezzano. E'il mulino Boni quello che un tempo doveva diventare il Centro Culturale del paese.
Autore : redazione - lun 07 gennaio 2002 - Politica
Seconda ed ultima parte dell'intervista al primo cittadino di Vezzano. I rapporti col PPI, il mulino Boni e nel futuro un Pagnozzi Bis ?

Terreno di scontro in questi mesi è stata anche la composizione della giunta. Non è che per 3.800 abitanti 5 assessori e un sindaco a tempo pieno sono un lusso ?
Autore : redazione - ven 10 dicembre 2004 - Politica
Buoni obbligazionari comunali, in arte Boc. Uno strumento finanziario usato già da ualche anno in enti locali di maggiore importanza e che ora arriva anche a Vezzano.

La Giunta con l'approvazione del Consiglio Comunale ha acceso un BOC per 400.000 euroche andrà a finanziare alcune opere che l'Amministrazione ritiene o urgenti o vitali, tra cui 118.000 euro per il ponte di Pecorile, 217.000 euro per il mulino Boni, 65.000 euro per i marciapiedi dalla Campola al centro commerciale (quest'ultimi sorpassano in priorità quelli del lato a nord di La Vecchia che saranno finanziati nel 2005).
Autore : redazione - mer 18 gennaio 2006 - Cultura
Pubblichiamo alcune note sul Mulino Boni e tintoria scritte da Silvio Filiaggi proprietario e autore del restauro di una parte da considerare storica di Vezzano.

molino boni da sud
Per dare cortese risposta alle numerose persone di Vezzano e dintorni che in occasione della Sagra di S. Martino me ne hanno chiesto notizie, ecco una breve storia del complesso Molino Tintoria di Vezzano, costruzione molto antica e praticamente intatta nel tempo.

Nel corso degli ultimi quattro secoli il molino con la sua ruota ha macinato le farine per le azdore del paese e colline contigue, la tintoria con la sua ruota più piccola, i suoi macchinari come il mangano e con la medesima acqua affinava e tingeva quella stoffa grigiastra ottima per il lavoro ma non solo che nelle famiglie si tesseva a mano con la lana di pecora. La stoffa si chiamava appunto lanèda ed era il jeans dei nostri vecchi fino agli anni intorno al 1950.

La stessa piccola ruota tramite un suo ingranaggio in legno muoveva la macina per la spremitura delle olive nostrane fino agli anni '20 !
Autore : redazione - mer 21 maggio 2014 - Politica
La settima puntata di analisi dei contenuti dei programmi elettorali vezzanesi ci porta dalle parti di un possibile assessorato a giovani, sport, cultura.

Ecco alcuni punti programmatici su questi temi delle tre liste in corsa per le elezioni comunali a Vezzano.

"Vezzano Più" punta molto sugli spazi da creare con la futura ristrutturazione di nuovi spazi del Mulino Boni a fianco della biblioteca comunale. Qui andrebbero collocati una sala prove musicale e l'ampliamento della ludoteca. Per quanto riguarda lo sport una delle strutture interessate da un progetto di riqualificazione dovrebbe essere la pista polivalente di La Vecchia. Infine l'adesione al Progetto di Servizio Civile recentemente annunciato dal governo e fortemente sostenuto dal sindaco Bigi.

"Insieme per Cambiare" si concentra su servizi di politiche attive per il lavoro giovanile, con un riferimento comunale in grado di assistere i giovani nell'accesso al lavoro con consulenze mirate. Nel programma della lista guidata da Manuela Venturi anche una sala prove e nuovi spazi studio presso la biblioteca comunale. Sul fronte dello sport si procederà prima di tutto ad un'analisi delle strutture e delle necessità di tutto il territorio comunale e non solo del capoluogo. Infine una rivalorizzazione come spazio ricreativo dell'Ecoparco.

Il "Movimento 5 Stelle" si propone di realizzare una struttura per i giovani dagli 11 ai 26 anni che serva da catalizzatore delle iniziative per questa fascia d'età: sala per attività ludiche, tornei, gite, concerti. Questa struttura andrebbe posizionata nel capoluogo. Sempre su questo tema in programma c'è la promozione di una Carta Giovani (14-26) per accedere a sconti e facilitazioni. In tema di cultura la lista capitanata da Gabriella Blancato propone di arricchire la rassegna teatrale, la promozione del cinema estivo, la creazione di eventi musicali e uno spazio aggregativo per le donne.
Autore : redazione - mer 19 settembre 2007 - Cronaca
Perde pezzi la maggioranza di "Uniti per Vezzano". Si dimette la componente socialista sia dal consiglio comunale che dalla Giunta.

Lascia l'assessore esterno al patrimonio Neda Incerti e lascia maggioranza e consiglio anche Mauro Spaggiari.

Lo Sdi si defila con un comunicato che accusa la giunta Pagnozzi di immobilismo : "Invece di migliorare l?operato dei predecessori, si è peggiorato. Da parte nostra abbiamo fatto il possibile, anche attraverso numerosi incontri politici, per consigliare, stimolare, suggerire e per cercare di capire i motivi di un certo immobilismo, di lungaggini, delle troppe riunioni di giunta senza che alla fine si ottenessero risultati concreti".

Sotto accusa anche il ritardo sul programma elettorale e sulle opere pubbliche:
Autore : redazione - lun 20 giugno 2005 - Politica
Iniziamo col dire che la seduta del consiglio comunale di sabato scorso ha tentato con ogni mezzo (pause, sospensioni, controsospensioni, disquisizioni su eventuali bordelli) di finire dritta dritta nel librone dei Guinness : 9 ore filate, dalle nove del mattino alle diciotto seguenti.

Continuiamo col dire che il cronista si è perso abbondantemente l'inizio, la fine e in mezzo s'è fatto pure la pausa pranzo. La pennichella non c'è stata. Spero capirete.

Uno dei punti più corposi della discussione (gli altri seguiranno nelle prossime puntate) ha riguardato l'approvazione definitiva della variante "articolo 15" del prg (o come si chiama adesso "psc") che aveva avuto il primo via libera il 30 dicembre 2004.

Per i pochi o i molti all'oscuro dei minimi meandri degli strumenti urbanistici, la "variante articolo 15" permette di modificare il prg senza aspettare i tempi molto lunghi di varianti parziali, generali o additittura dell'intero prg.

E' una sorta di corsia privilegiata che in pochi mesi permette a enti e privati di modificare le proprie situazioni con cambi d'uso di edifici e aree, aumenti di superficie utile e tutte le altre modifiche permesse dalle norme.

L'unico paletto messo dalla legge al Comune è di modificare al massimo il 10% dei propri piani, questo per evitare un uso troppo libertino dello strumento.

Già messa così si capisce che un provvidemento di questo tipo si presta alle polemiche, che di certo non sono mancate.
Autore : redazione - mer 17 aprile 2019 - Politica
sindaco bigi
Nelle ore in cui il Partito Democratico di Vezzano è pronto a comunicare la scelta sul proprio candidato, c'era in programma da tempo un'intervista con il sindaco uscente Mauro Bigi, un'ottima occasione per parlare del passato, ma anche del futuro.

Sindaco cominciamo dall'inizio e anche un po' dalla fine. Cominciamo da tre numeri: 63-64-12.

Sessantatré la percentuale ottenuta da "Uniti per Vezzano" nel 2009. Sessantaquattro la percentuale di voti ottenuti per la riconferma a sindaco nel 2014. E poi dodici.

Dodici come i voti di differenza con Devid Sassi alle primarie del 2009.

Tutti questi dieci anni nascono da quei 12 voti.

Oggi invece il PD non ha ancora un candidato a quaranta giorni dal voto dopo molte e lunghe riunioni di partito.

Non è che erano meglio le primarie ?
Autore : redazione - mer 19 dicembre 2001 - Politica
Terza e ultima parte dell'intervista al segretario vezzanese dei Democratici di Sinistra Enrico Foroni.

Insomma Foroni questa giunta Pagnozzi non ha fatto niente di positivo ?

Questa giunta ha governato l'ordinaria amministrazione. Manca di un progetto complessivo per Vezzano...
Autore : redazione - gio 20 maggio 2004 - Politica
I conti. Non so per la questura e non so per gli organizzatori, ma ieri sera alla presenza della lista 'Uniti per Vezzano' in Piazza della Vittoria ci stavano su per giù 150 persone. Calcoli a spanne e comunque se non vi garbano non prendetevela con il cronista perchè per arrivare alla cifra ha svolto un democratico sondaggio fra i vicini e poi ha stilato la media esatta col pallottoliere. Metodo forse più scientifico sarebbe stato quello di contare i bicchieri di vino consumati alla fine della serata ma ad inficiare pesantemente i conti ci si son messi certi tracannatori d'esperienza.

Il video. Ho avuto un dejavu (nell'improbabile caso che si scriva così) nel visionare il video all'inizio della manifestazione. Con la macchinetta del tempo si è tornati a 5 anni fa quando la lista 'Vezzano 2000' sperimentò lo strumento mostrando le cose che non andavano nel Comune con sottofondo di John Lennon. Questa volta l'accompagnamento era di Aretha Franklin e come ovvio le immagini si sono concentrate sui candidati perchè far vedere cosa non và a Vezzano non sarebbe stata certo una gran mossa. Premio 'Rebibbia' alla foto del montaltese Devid Sassi.

Revolution Ulivo e Goodbye Lenin. Minimo comun denominatore nelle parole di tutti i candidati a partire dal sindaco Pagnozzi è quella che potremmo definire la 'Revolution Ulivo' ovvero l'arrivo anche nel nostro Comune di uno schieramento politico che abbatte finalmente vecchi steccati ideologici e culturali tra sinistra e cattolici. Dallo sbriciolamento per collezionisti del muro di Berlino sono passati 15 anni. Meglio tardi che mai. Per i nostalgici-duri-a-morire a cui la svolta non va giù è vivamente consigliata la visione continuata di 'Goodbye Lenin' (da queste parti il miglior film del 2003).
Autore : redazione - mar 08 febbraio 2005 - Cronaca
Tanto per cominciare: punto e a capo. E chi ha orecchie da intendere ha inteso, che non bisogna essere avari di punteggiatura se no poi dicono che c'hai il braccino corto.

Tanto per continuare : ieri sera presentazione alla cittadinanza del bilancio comunale dei prossimi tre anni. Niente rinfresco, di conseguenza presenza ridotta alla normale compagnia di giro: addetti ai lavori, parenti e pseudo-cronista che accumula quaranta minuti abbondanti di ritardo trattenuto alla tavola dagli amici e da un bianco secco ma apprezzabile (anticipo l'obiezione e "chissenefrega" ce lo piazzo direttamente io).

Però davvero, sarebbe idea troppo balzana ("made in Calderoli" per intenderci) coltivare il senso civico e la partecipazione con un paio di ballerine brasiliane per gli intervenuti di sesso maschile e una comparsata di un qualche Costantino Vitagliano et similaria per le presenze in campo femminile ? Chissà magari si riempe la sala.

Ma veniamo al dunque. Di tutte i temi ballonzolati fuori nella discussione, il più rilevante, se non altro dal punto di vista economico, è il nuovo polo scolastico.

Le cose stanno più o meno così:

Autore : redazione - gio 03 giugno 2004 - Politica
Riceviamo e pubblichiamo questo testo di Emanuele Amari, consigliere uscente della lista d'opposizione 'Crescere Insieme' . Emanuele in queste settimane ha condotto una personale battaglia di contro-informazione (attraverso il blog L'alveare) in contrasto con la scelta dei Democratici di Sinistra di appoggiare la candidatura del sindaco uscente Paolo Pagnozzi. Ovviamente, come sempre, per i diretti interessati come per chiunque Vezzano.net fornisce con piacere ampio spazio di replica.

Riporto all?attenzione degli elettori il testo dell?articolo apparso sul giornalino del Comune appena 6 mesi fa. E? stato firmato dai Consiglieri di Crescere Insieme, letto ed approvato dai vertici DS di Vezzano che hanno sempre sostenuto la Lista in questi 5 anni di opposizione.

Il Segretario DS, Enrico Foroni, è, ora, il primo sostenitore di Pagnozzi e due dei vecchi Consiglieri di Crescere Insieme, Spaggiari Mauro e Caroli Manuela sono diventati compagnozzi. Avranno cambiato idea?
Autore : redazione - lun 19 dicembre 2011 - Politica
21.10 - Sala consiliare affollata, perlomeno rispetto a lunedì scorso, quando erano presenti numero persone pari ad uno. Stasera, al netto degli addetti ai lavori, raddoppiamo: presenti due.

21.17 - Si parte da vecchia Ici e addizionale IRPEF comunale: tutto invariato rispetto al 2011.

21.20 - Si passa ad eventuali alienazioni: terreno in zona industriale del Comune viene inserito nel piano di alienazioni. Prezzo 450.000 euro. Destinazione artigianale.

21.30 - Casini dai banchi dell'opposizione chiede un numero speciale del giornalino comunale che spieghi il bilancio ai cittadini, soprattutto dal punto di vista sociale e un maggior coinvolgimento dell'opposizione.

21.40 - la discussione si incarta con un gran saltimbancare da un punto all'altro dell'ordine del giorno. Tra trasporti, assistenza, tasse, spese correnti ed investimenti.

21.45 - il sindaco Bigi parte lancia in resta contro la spesa statale, dai ministeri alle regioni a statuto speciale. I comuni in media sono i posti dove si sprecano meno i soldi dei cittadini. E vanno difesi i comuni più piccoli come Vezzano che sono più indipendenti rispetto al potere di regioni o ministeri.
Autore : redazione - gio 10 giugno 2004 - Politica
Intervsita a Paolo Pagnozzi, sindaco uscente ricandidato dalla lista 'Uniti per Vezzano'.

Paolo, tu oggi sei il candidato dell?Ulivo ma la tua designazione è arrivata dopo una complicata trattativa tra i partiti. In particolare i DS hanno posto a lungo sul tuo nome una sorta di veto. Non ti senti un po? un candidato 'a malincuore' ?

No, assolutamente. Capisco che ci siano state delle riserve sul mio nome perchè io sono il candidato che ha interrotto un monopolio decennale di governo. Detto questo però io voglio precisare che avevo dato la mia disponibilità da subito senza alcuna riserva, ovvero ero pronto ad assumere qualsiasi ruolo, non esclusivamente quello di candidato sindaco, perchè credevo e credo fortemente nel progetto dell?Ulivo.
Autore : redazione - dom 06 febbraio 2022 - Cronaca
piazza
Riceviamo e pubblichiamo la presa di posizione della giunta di Vezzano sul Crostolo in merito agli investimenti sul rifacimento delle piazze vezzanesi e sul dibattito pubblico che ne è scaturito.

Le parole scritte sui social fanno male. Insegniamolo ai nostri figli. Ma prima di tutto cerchiamo di capirlo tutti noi.

Ci sono le opinioni difformi, che in modo perfettamente legittimo tutti possiamo esprimere. Se lo facessimo informandoci preventivamente in modo adeguato sarebbe comunque preferibile.

Ci sono le critiche, che quando vengono argomentate, anche se pungono, vanno accettate.

C’è l’ironia, che è la forma più intelligente di commento, anche se amara per chi viene colpito.

E infine, molto spesso, ci sono espressioni ingiuriose e offensive. Di chi tra le righe denigra o lascia trasparire insinuazioni calunniose, di stupido qualunquismo: chissà dove vanno a finire tutti quei soldi, questi non sanno cosa fare e buttano quel che noi paghiamo, si sono svegliati ieri e hanno pensato soluzioni insensate solo per demolire quello che hanno fatto gli altri, sappiamo tutti come funzionano le cose.

E invece no: non lo sapete come stanno le cose a Vezzano.
Torna un passo indietro
neve a vezzano sul crostolo
Ultime foto
null
04.10.17 - Max
Alba a Vezzano
neve in vendina
14.02.15 - redazione
Verso il Monte del Gesso di S. Filiaggi
parcopineta
20.11.14 - redazione
Parco Pineta foto di Andrea G.
I Blog di Vezzano.net
I Blog ospitati su Vezzano.net

LorenzoC
di Lorenzo


Sala Macchine
di M.Gambarelli
Ultimo post : BLOG CEMETERY
The Shire
di Puma
Ultimo post : COMMENTI DALLA CLOACA
Alveare
di E.Amari
Ultimo post : POTENZE DEL PENSIERO
Acquista i gadget
Informazioni utili e avvertenze prima dell'acquisto

Visita il negozio

Guarda tutti i prodotti disponibili !

--------

Maglietta uomo Vezzano - paeis ed iesen blu
Vezzano - Paeis ed iesen uomo blu
15,90 euro

Maglietta donna Vezzano - Paeis ed iesen verde
Vezzano - Paeis ed iesen donna verde
17,90 euro

Maglietta Gi che Gni - Vezzano.net
Maglietta Corta
"Gi che Gni"
19,90 euro

Tazza Paeis ed Iesen - Vezzano.net
Tazza
"Paeis ed Iesen"
12,90 euro